Santuario di San Michele Arcangelo

Il Santuario di San Michele Arcangelo si trova a Monte Sant’Angelo, in provincia di Foggia. Il complesso religioso è uno dei sette luoghi più significativi, da un punto di vista storico, architettonico e artistico, dell’epoca longobarda.

Il Santuario di San Michele Arcangelo luogo simbolo di Monte Sant’Angelo, splendido borgo pugliese, è stato inserito dichiarato  dall’UNESCO Patrimonio Mondiale dell’Umanità nel giugno 2011 con il titolo: “Longobardi in Italia: i luoghi del potere“.

Le origini del Santuario di San Michele Arcangelo

La tradizione vuole che il Santuario di San Michele Arcangelo ebbe origine nel 490, anno in cui si suppone abbia avuto luogo la prima apparizione dell’Arcangelo Michele sul Gargano. Dal 650 la zona del Gargano passò sotto il dominio Longobardo. Il popolo germanico nutriva una particolare venerazione per l’Arcangelo Michele poiché rispecchiava la loro filosofia e il loro stile di vita guerriero, doti molto apprezzate dal dio germanico Odino tanto che già dal VII secolo il Santuario di San Michele Arcangelo era considerato il santuario per eccellenza dei Longobardi in Italia.

Santuari più belli da vedere in Puglia | Turismo Viaggi Italia
La facciata del Santuario di San Michele Arcangelo

Visita il Santuario di San Michele Arcangelo

La Chiesa Superiore

Il santuario è strutturato su due livelli, superiore e inferiore. Sul primo troviamo il portale in stile romanico e il campanile, chiamato anche torre angioina. Il livello inferiore è formato da alcuni interessanti e suggestivi ambienti sacri come la grotta, a cui si arriva percorrendo la scalinata angioina, il museo devozionale e alcune cripte. Qui rimarremo meravigliati dalla splendida statua di San Michele Arcangelo, opera di pregevole fattura realizzata da Andrea Sansovino, autentico gioiello artistico del rinascimento dell’Italia meridionale. Nella grotta sono anche visibili la statua di San Sebastiano e la cattedra episcopale.

Le Cripte

Le cripte furono create in epoca longobarda e venivano utilizzate come ingresso alla grotta. Nel XIII secolo verranno abbandonate ma ancora oggi è possibile notare le numerose iscrizioni visibili sulle pareti delle cripte. Queste stanno a testimoniare come già in quel periodo l’afflusso di devoti e pellegrini, provenienti anche da altre nazioni europee verso il luogo santo, era di notevole portata.

Le cripte si dispongono in due spazi e furono realizzate in due fasi distinte che possiamo datare tra la fine del VII e l’inizio dell’VIII secolo. La prima parte delle cripte, abbellita da sculture provenienti dagli scavi del santuario, si mostra come una galleria a portici, articolata in otto campate rettangolari. La seconda parte delle cripte, invece, è di epoca longobarda e presentava due scale, una non più visibile; entrambe terminavano con una piccola platea, un’abside e un altare ricco di iscrizioni.

Santuario di San Michele Arcangelo a Monte Sant'Angelo | Turismo Viaggi Italia
Santuario di San Michele Arcangelo

Informazioni Turistiche

Santuario di San Michele Arcangelo
Via Reale Basilica, 127
71037 Monte Sant’Angelo (FG)
Tel. +39 0884.56.11.50
Sito Web: www.santuariosanmichele.it

Orari, Prezzi e Giorni di Visita

Il Santuario di San Michele Arcangelo è aperto tutto l’anno

Cosa vedere nei dintorni

La stessa cittadina di Monte Sant’Angelo custodisce un patrimonio storico e architettonico di significativo interesse. Inoltrandosi nel centro storico è possibile ammirare una serie di monumenti, chiese, palazzi medievali e rinascimentali, rocche e fortezze che rendono la visita a questa splendida località collinare davvero suggestiva.
Non dimentichiamo infine che Monte Sant’Angelo si trova nel cuore del Parco Nazionale del Gargano, una delle aree protette del sud Italia più importanti dal punto di vista ecologico e ambientale.

Redazione Turismo Viaggi Italia © Riproduzione vietata | Copyright