Strada dei Vini di Rimini

Prodotti tipici locali, cucina tradizionale, olio e vino di qualità 

La Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini ha un percorso articolato e ricco di elementi storici, architettonici e ambientali che la rendono una delle strade del vino più variegate d’Italia. La strada del vino copre un territorio dalla forte vocazione vinicola, ma anche l’olio extravergine di oliva è di eccellenza. Non mancano, infine, i numerosi prodotti tipici locali, grazie anche al fatto che l’itinerario tocca molti borghi ognuno con le sue tradizioni enogastronomiche.

Durante il viaggio che vi porterà alla scoperta di questo splendi itinerario enogastronomico della Romagna sarete accompagnati dai sapori e dagli odori tipici di questa terra, che vanno da quelli della carne al pesce azzurro, dai salumi ai formaggi, dalla piadina ai dolci tipici, dai tartufi, al miele e alle castagne.

Il Percorso della Strada dei Vini di Rimini

Da Rimini a Santarcangelo di Romagna

La strada del vino inizia da Rimini, nota località balneare, dove è possibile visitare alcune antiche testimonianze del passato. Si possono visitare il ponte di Tiberio e l’arco di Augusto, entrambe di epoca romana; inoltre si consiglia la visita anche al possente Castel Sismondo e il Tempio Malatestiano.
La cucina tipica offre gustosi piatti legati al mar adriatico e alla vita del regista Federico Fellini, in particolare i migliori vini dei Colli di Rimini, detti appunto “I Felliniani”. Dall’Arco d’Augusto, percorrendo la Marecchiese, ci si dirige verso l’interno attraversando dolci e rilassanti colline, fino a giungere a S. Martino dei Molini e poi a Santarcangelo di Romagna. Qui inizia la “Strada Romagna”, arteria principale della strada. Il borgo, dal suggestivo e ben conservato centro storico, si arricchisce della massiccia rocca, ma anche delle caratteristiche e antiche botteghe artigiane.

Da Poggio Berni a Montebello

Procedendo verso nord, in direzione di Bellaria e Igea Marina, si raggiunge Poggio Berni, dove consigliamo di visitare il Molino Moroni. Durante il percorso, il turista-viaggiatore non può che rimanere colpito, appena arrivato a Valmarecchia, dal possente Palazzo Marcosanti, una sorta di fattoria fortificata. Continuando in direzione sud, si raggiunge Torriana e le sue meraviglie storiche tra cui l’antica Scorticata, e i resti della Rocca Malatestiana con la Torre quadrata.
Il territorio che si estende tra Torriana e il vicino borgo di Montebello è tra i più suggestivi e ricchi di affascinante mistero (nota è la vicenda del fantasma di Azzurrina nel castello del borgo) dell’Emilia-Romagna. Natura, storia e leggenda si mescolano mirabilmente coinvolgendo ancor di più il turista. Da vedere le numerose chiese, tra cui la Collegiata e la Pieve di S. Martino.

Dalla Valle del Conca a Montegridolfo

L’itinerario ora ritorna verso nord-est, ricongiungendosi con la “Strada Romagna”, dove si entra nel cuore della valle del Conca nei pressi di Montescudo. In successione si attraversano alcuni borghi tra cui Montecolombo, altro borgo fortificato dei Malatesta.
Proseguendo in direzione est si arriva a Gemmano, tappa obbligata per chi vuole immergersi nella natura affascinante delle Valli dei Malatesta. Poi si raggiunge Montefiore Conca con la Rocca Malatestiana e i gustosi prodotti tipici come le castagne, l’olio d’oliva, formaggi e vini. Ancora qualche chilometro e si tocca il borgo di Saludecio racchiuso nelle sua splendide cinte murarie, poi il borgo di Mondaino, con la singolare Piazza Maggiore; Montegridolfo splendido borgo medievale magnificamente conservato e avvolto da una suggestiva atmosfera.

Da Marciano di Romagna a Coriano

La Strada risale verso nord, si raggiunge Morciano di Romagna, sulle rive del Conca. Da qui il viaggio prosegue scendendo verso il mare e attraversa San Giovanni in Marignano, considerato l’antico “granaio dei Malatesta” e il cui centro storico custodisce il pregevole teatro A. Massari. Il percorso si snoda lungo la costa in direzione nord, attraversando il territorio di Misano Adriatico, poi giunge a Misano Monte, dove consigliamo di visitare il Museo del Territorio, e sulle colline le rovine del Castello degli Agolanti; poi si arriva a San Clemente, terra d’eccellenza del Sangiovese, successivamente al grazioso borgo di San Savino, poi si tocca Coriano, dove il vicino parco fluviale del Marano che offre piacevoli passeggiate.

Da Covignano a Rimini

Penultima tappa della Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini è Covignano e le sue dolci colline ricoperte di uliveti, da cui si gode una magnifico panorama verso Rimini, e dove si trova il Santuario di Santa Maria delle Grazie, vero gioiello artistico. Infine la Strada del vino termina nel punto di partenza, ossia Rimini.

Prenota Hotel, B&B, Agriturismi e Appartamenti nei comuni della Strada del Vino

Bellaria-Igea Marina
Santarcangelo di Romagna
Poggio Berni
Torriana
Verucchio
Rimini

Coriano
Riccione
Misano Adriatico
San Clemente
Montescudo
Monte Colombo

Montefiore Conca
Gemmano
Morciano di Romagna
Saludecio
Mondaino
Montegridolfo

San Giovanni in Marignano
Cattolica



Booking.com

Informazioni Turistiche

Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini
Via Dario Campana, 64
47922 Rimini (RN)
Tel. +39 0541.78.70.37
Sito Web: www.stradadeivinidirimini.it

Denominazione Strada: Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini
Ente Promotore: Strada dei Vini e dei Sapori dei Colli di Rimini
Prodotti Tipici: Olio Extravergine d’Oliva Colline di Romagna Dop, Pane casereccio, Bizulà (Prodotto tradizionale), Piadina (Prodotto tradizionale), Miele, Formaggio di fossa, Pecorino a latte crudo, Ricotta fresca vaccina e pecorina, Squacquerone di Romagna (Prodotto tradizionale), Porchetta, Suino pesante, Fragola di Romagna (Prodotto tradizionale), Loto di Romagna (Prodotto tradizionale), Castagna di Montefiore, Patata di Montescudo, Tartufo Nero, Miacetto, Sanguinaccio, Saba (Prodotto tradizionale), Savor (Prodotto tradizionale), Bustrengo (Prodotto tradizionale), Nocino (Prodotto tradizionale).
Vini: Colli di Rimini Doc, Sangiovese di Romagna doc